calendar 27.07. 2017

Uno sguardo al futuro

È un po’ come in Alice nel paese delle meraviglie. L'ingresso al Technikum ista – attraverso una porta bianca e grigia con un pannello in plexiglass al piano terra - è così semplice che non immagineresti mai quello che ci sta dietro. Invece, una volta all’interno si apre un nuovo mondo al visitatore.

Trasparenza nel centro tecnologico

La prima cosa che si nota è la spaziosa sala conferenze. Attraverso i grandi vetri delle finestre dell’atrio, si ha una vista sul distretto occidentale di Essen che comprende anche il fascino industriale dei mattoni rossi degli edifici circostanti.
La trasparenza è molto importante nel nuovo centro tecnologico di ista. Il design degli interni è basato sul un concetto di open space; la maggior parte delle 75 postazioni dei laboratori sono in luminosi uffici aperti che si trovano al piano terra, circondati da alte finestre. Per i dipendenti questo significa che, con un solo spostamento dello sguardo dal loro schermo, possono vedere il quadrato verdeggiante cortile interno circonda il Technikum.

Crescere in una società tecnologica

Mikroelektrode

Da lì si trova a pochi passi la caffetteria, che offre aree colorate per sedersi e un bar direttamente nella stanza che offre un’ampia selezione di caffè diversi. Il grande schermo sul muro afferma con orgoglio: “abbiamo già 16 milioni di apparecchi collegati in uso oggi. Ogni mese ne vengono aggiunti altri 400.000.” Questo dà l’idea di un ritmo serrato.
“Hai proprio ragione!” dice Achim Dicke, responsabile del reparto prodotti e capo del Technikum. Ogni anno ista investe più di 100 milioni di euro in dispositivi all’avanguardia e nella realtiva infrastruttura digitale. La digitalizzazione imposta il ritmo. Per ista è una grande opportunità di evolvere come fornitore di servizi di contabilizzazione ad una società di tecnologia digitale e quindi continuare a crescere, non solo per quanto riguarda le vendite, ma anche per quanto riguarda il numero dei dipendenti. Nei prossimi dieci anni sono previsti 500-1.000 nuovi posti di lavoro in tutto il mondo.

Molto spazio per la creatività

Le risorse necessarie per la ricerca e sviluppo sono state riunite in un posto qui al Technikum dall’inizio di maggio 2017. “Per noi è importante creare un ambiente di lavoro ideale per i nostri dipendenti, che lascia spazio libero per la creatività in discussioni spontanee,” spiega Achim Dicke. Perché in futuro questo sarà ancora più importante. “La costruzione multi familiare del futuro sarà efficiente dal punto di vista energetico, digitale ed economico.
Il Technikum è un laboratorio dove lavoriamo per rendere reale questa visione per i nostri clienti nel settotre residenziale. “Per raggiungere questo obiettivo, si concentrano pienamente su prodotti innovativi e pensano fin dall’inizio anche a nuovi approcci tecnologici come “l’Internet delle cose” dove i dispositivi sono connessi direttamente a Internet.

ista Technikum - Basil John e Manfred Gronauer
Le moderne sale riunioni offrono ai dipendenti, come Basil John e Manfred Gronauer, molto spazio per la creatività e la condivisione delle idee.

La scienza garantisce la qualità

Come verrà attuato tutto questo? Avete la risposta seguendo Achim Dicke lungo i corridoi del centro tecnologico. Ad ogni tappa incontriamo innovazione, efficienza e qualità. Ogni idea di prodotto, anche se si tratta di una nuova versione di un ripartitore dei costi di calore, un contatore di calore o un dispositivo di allarme antincendio, deve superare molti test e ispezioni prima di passare alla produzione di serie.

Processi di sviluppo complessi

L’innovazione può significare, ad esempio, integrare un nuovo chip potente o nuovi sensori come un modulo in un modello di periferica già esistente. Utilizzando un software speciale, il dipendente simula prima di tutto le condizioni fisiche sullo schermo, poi sviluppa le formule matematiche per un dispositivo di allarme di fumo che possa rilevare in modo ottimale le particelle di fumo attorno a sèi. Nel laboratorio successivo, un modello 3D del nuovo contatore di calore vola nell’aria come in un gioco per computer e gira intorno al proprio asse.

rilevatore di fumo
I rilevatore di fumo devono passare un test in una cella climatica che assomiglia, non solo a prima vista, a un forno.

Scienza – niente lasciato al caso

ista laboratorio

Ma le idee devono anche essere fondati e, soprattutto, il funzionare perfettamente in pratica. Quindi, grande enfasi è posta sulla qualità già durante la fase di sviluppo del dispositivi. I prototipi sono sottoposti ai test in diversi laboratori. I rilevatore di fumo, per esempio, devono passare un test in una cella climatica che assomiglia, non solo a prima vista, a un forno. Le camere di shock termico sono pronte e in attesa di testare i contabilizzatori di calore. Il “Security Lab” dell’azienda si occupa del continuo miglioramento della sicurezza dei dati. Nulla è lasciato al caso nel Technikum: la prima idea, il concept, lo sviluppo del modulo e l’integrazione dell’elettronica e della meccanica attraverso la gestione della qualità e infine l’industrializzazione, compresa l’esecuzione del test-pilota.

Spazio per la ricerca

Michael Gärtner, dipendente ista
Michael Gärtner, dipendente ista, definisce i prototipi passo passo.

È tanto più sorprendente che alla fine dei 2.100 metri quadri ci si trovi in una stanza vuota. Qua e là montacarichi pendono dagli alti soffitti della zona test, ma altrimenti ci si trova solo in un grande spazio vuoto. “Volevamo avere uno spazio vuoto flessibile da poter utilizzare per le nuove start-up di produzione una volta che lo sviluppo di un nuovo prodotto è completo, prima che gli impianti di produzione vengano trasferiti senza problemi ai fornitori ista”, afferma Achim Dicke. Come questa zona si riempirà nelle prossime settimane e mesi dipenderà dalle nuove idee dei dipendenti e dai loro progetti.
Quando ci si trova di nuovo fuori, nel nuovo nel quartiere ovest di Essen, alla fine della visita, si ha da tempo dimenticato la porta d’ingresso con il pannello in plexiglass: si esce da una grande porta aperta.

“L’edificio multi familiare del futuro sarà efficiente dal punto di vista energetico, digitale e economico. Il Technikum funge da laboratorio dove lavoriamo per rendere questa visione reale per i nostri clienti nel settore residenziale”.

Picture credits: Karsten Lindemann