calendar 07.11. 2017

Intelligenti comportamenti di consumo tagliano i costi

Quando parliamo di efficienza energetica, molte persone pensano soprattutto all'elettricità. Ma effettivamente il riscaldamento rappresenta la maggior parte dell'energia utilizzata. Chiunque voglia tagliare i costi e risparmiare risorse dovrebbe iniziare da qui.

Circa il 30% dell’elettricità utilizzata è attualmente prodotta da energie rinnovabili. Si tratta di un grande progresso in momenti di cambiamento climatico, ma non basta per una transizione energetica di successo. Dopo tutto, il riscaldamento rappresenta più della metà dell’energia consumata in Germania e una gran parte delle emissioni di CO2. Ciò significa che il consumo di riscaldamento deve essere notevolmente ridotto.

Il risparmio energetico grazie ai progressi dell’edificio intelligente.

I progressi energetici dell’edificio intelligente offrono un notevole potenziale per ridurre le emissioni di CO2. In media, oltre l’80% di tutta l’energia consumata da un appartamento viene utilizzata per il riscaldamento e la produzione di acqua calda.

L’80% dell’energia consumata viene utilizzata per il riscaldamento e la produzione di acqua calda

Tre quarti dei sistemi di riscaldamento in Germania non sono a regola d’arte, sono troppo vecchi e utilizzano una quantità inutile di energia. Oltretutto, un isolamento termico scarso o mancante fanno sì che il caldo, costosamente prodotto, possa sfuggire. Più della metà dei circa 19 milioni di edifici residenziali in Germania non sono stati ancora rimodernati. Pertanto, nel suo “Piano di protezione del clima 2050”, il governo tedesco sottolinea quanto sia importante ridurre il consumo di energia nel settore edile e offre sovvenzioni per finanziare le opportune misure. “Al momento esistono un gran numero di programmi di sussidio per la costruzione e la ristrutturazione di edifici energeticamente efficienti, ma molti consumatori non ne sono a conoscenza” afferma Hanno-Lang Berens, che, in qualità di consulente di energia a Monaco di Baviera, informa regolarmente riguardo a questi argomenti.

Tagliare il consumo di calore attraverso i miglioramenti energetici dell’edificio

Naturalmente il potenziale di risparmio energetico dipende dalla portata del lavoro di ristrutturazione, ma può essere considerevole. “Nella zona intorno a Monaco ci sono molte villette a schiera costruite a metà degli anni 60. Alcune di esse, i cui proprietari sono stati da me informati, sono state completamente rinnovate: il tetto e la facciata isolati, le finestre sostituite e una nuova caldaia a condensazione per il riscaldamento installata in combinazione con un sistema solare termico. Una valutazione fatta dopo un anno ha dimostrato che molte di queste case avevano bisogno del 60% di energia in meno; alcune di esse si sono rivelate addirittura migliori rispetto ad una equivalente nuova costruzione,” spiega l’esperto di energia Hanno Lang- Spiega Berens, parlando dalla sua esperienza di consulente in materia di energia.

Ristrutturazione della casa
I Lavori di ristrutturazione come l’isolamento della facciata o del tetto, l’installazione di sistemi termici solari, le nuove caldaie di riscaldamento o la sostituzione di finestre contribuiscono al risparmio.

Tuttavia, nonostante le sovvenzioni statali, la ristrutturazione degli edifici con l’installazione di un nuovo sistema di riscaldamento o di isolamento termico richiede inizialmente un elevato investimento. Ma anche persone che non hanno denaro per queste cose o che, come inquilini, hanno poca influenza sulla struttura di una proprietà, possono risparmiare efficacemente sui costi di riscaldamento e ridurre l’impatto sull’ambiente.

Riduzione dei consumi di riscaldmento

Il punto cruciale è sempre il comportamento degli utenti, senza il quale complessi e costosi rinnovamenti energetici intelligenti non hanno alcun effetto. Un edificio può essere il più efficiente possibile, ma se gli utenti alzano troppo il riscaldamento o lasciano le finestre aperte per ore, il consumo di energia non sarà ridotto. In un progetto pilota congiunto “Risparmiare denaro con un riscaldamento intelligente”, l’Agenzia tedesca dell’energia (dena), il fornitore di servizi energetici ista, l’Associazione dei proprietari tedeschi e il Ministero federale per l’ambiente, la conservazione della natura, le costruzioni e la sicurezza nucleare (BMUB), insieme hanno dimostrato che gli inquilini che volontariamente prestano attenzione al loro consumo di riscaldamento risparmiano notevoli quantità di energia. La cosa importante è che il consumatore riceva regolarmente informazioni su quanta energia sta utilizzando e come.

Se il consumatore adotta il giusto comportamento per il riscaldamento, le misure di ristrutturazione come l’adeguato isolamento termico possono, da un lato, ridurre i costi di riscaldamento e, dall’altro, rendere la casa più accogliente e, in ultima analisi, aumentare anche il valore della proprietà. Inoltre, il fatto che vengono poi utilizzati meno petrolio e gas significa anche che le persone non vengono tanto colpite da fluttuazioni impreviste dei prezzi: un grande vantaggio sia per i proprietari che per gli inquilini.
Sostituire la pompa del sistema di riscaldamento o migliorare l’isolamento dei tubi di riscaldamento può anche portare a notevoli risparmi. Le possibili opzioni a basso consumo energetico sono, ad esempio, combinazioni tra unità di calore e di potenza, caldaie a condensazione, pompe di calore e sistemi termici solari.

Investire per aumentare il tasso di ristrutturazione in Germania

Una possibilità di promuovere il miglioramento energetico intelligente in tutta la Germania e allo stesso tempo guadagnare denaro è quella di investire in fondi immobiliari verdi. Questi fondi investono direttamente in immobili come gli edifici residenziali che vengono costruiti o rinnovati secondo criteri sostenibili. Il denaro investito nel fondo è utilizzato per isolare termicamente le facciate degli edifici, per installare un nuovo sistema di riscaldamento o per eseguire altri lavori per ottimizzare l’utilizzo dell’energia. I rendimenti sono generati dai redditi da locazione e dagli interessi e dall’aumentato valore immobiliare. Investendo così il proprio capitale, gli investitori privati possono contribuire a migliorare il tasso di ristrutturazione in Germania.