calendar 21.11. 2016

Maggiore efficienza con la trasparenza

Se la rivoluzione energetica deve avere successo, è importante che la Germania diventi ancora più efficiente dal punto di vista energetico. Per questo motivo il governo federale ha avviato diverse misure per ridurre il consumo di energia primaria; il contributo del consumatore, tuttavia, rimane largamente ignorato. La società di consulenza internazionale, Ecofys, ha studiato l'effetto di risparmio per gli inquilini grazie alle informazioni sui loro consumi fornite più volte nel corso dell’anno. Il risultato: questa misura ha un potenziale significativo ed è quasi sempre commercialmente praticabile.

Quanto calore ho consumato, quando? Chi conosce la risposta può regolare il proprio comportamento e gestire l’energia in modo più efficiente. La risposta a questa domanda fornisce informazioni periodiche sul consumo in edifici condominiali. Questo è alla base del principio per cui in aggiunta ai loro conteggi annuali del riscaldamento, gli inquilini ottengono aggiornamenti mensili del loro consumo di calore e dei costi associati. I risultati dello studio Ecofys indicano che questa misura è efficace in circa 9 casi su 10 (con una riduzione del consumo presunto del 5%). Così l’utente finale potrebbe risparmiare entro il 2020 77 PJ* di energia.

Dato che la tecnologia digitale copre circa il 50% delle case plurifamiliari in Germania, oggi è già possibile attuare la misura dal punto di vista della contabilizzazione. Inoltre, il governo federale prevede di ridurre il consumo di calore con la cosiddetta misurazione intelligente. Anche in questo modo, maggiori informazioni di consumo sarebbero possibili. Tuttavia, la conversione a questa tecnologia di misurazione intelligente diventerà obbligatoria dal 2020 e solo per le famiglie con ul consumo di energia annuo compreso tra 6.000 e 10.000 kWh. Naturalmente chiunque può dicedere volontariamente di cambiare già oggi.

Cos’è la contabilizzazione?

La contablizzazione è la misurazione dei consumi del singolo appartamento e la ripartizione dei costi realtivi alla produzione di energia. Ciò significa che ogni famiglia paga solo per l'energia che ha effettivamente utilizzato.

Cos’è la misurazione intelligente?

Misurazione intelligente è diverso. Si tratta di una misurazione effettuata con “contatori intelligenti” principalmente utilizzati per raccogliere digitalemente i dati di consumo dell’energia in tempo reale.

Gli inquilini già beneficiano di piccoli risparmi

La società di consulenza Ecofys era interessata soprattutto al fatto che le informazioni periodiche rappresentano un beneficio finanziario per il consumatore, evitando di appesantire ulteriormente il bilancio familiare. Per questo, gli edifici di riferimento di sette diverse epoche costruttive (dai vecchi edifici antecedenti al 1978 alle nuove costruzioni) con quattro fornitori di energia ognuno (gas naturale, petrolio, teleriscaldamento ed elettricità) sono stati confrontati nell’ambito di uno studio sulla redditività. I dati misurati da ista hanno fornito la base per i rispettivi consumi di energia e costi associati.

“Le informazioni periodiche sui consumi rappresentano già un beneficio finanziario per una vasta maggioranza, con un risparmio del 5%.”

Questo dimostra che un risparmio del 5% è già un beneficio finanziario per una vasta maggioranza, grazie alle informazioni periodiche sul consumo. Con i costi stimati di 30 euro l’anno ad appartamento, questa misura è finanziariamente vantaggiosa o almeno a costo neutro per l’87% degli inquilini. Questo significa un risparmio energetico di 77 PJ* entro il 2020, che è economicamente fattibile per il consumatore. Quando i costi si abbassanno a 20 euro l’anno, quasi tutti gli inquilini traggono profitto dalle informazioni e 85 PJ* di energia finale possono essere salvati senza costi aggiuntivi.

La redditività economica delle informazioni di consumo periodiche con un risparmio stimato del 5%.

I costi previsti sono significativamente maggiori quando l’operazione permette di risparmiare solo il 3% di energia. Un beneficio finanziario viene raramente raggiunto quando le famiglie pagano 30 € all’anno. I costi aggiuntivi fino a 10 € l’anno sono, tuttavia, più gestibili per il consumatore. La maggior parte degli inquilini (82%) beneficiano di questa misura, quando l’investimento è di soli 20 € all’anno.

Rapida implementazione con la contabilizzazione

Come può l’immenso risparmio potenziale che deriva dalle informazioni periodiche sul consumo essere realizzato nel più breve tempo possibile? Quale percorso – contabilizzazione o misurazione intelligente – è il più efficace? Per rispondere a queste domande, Ecofys ha calcolato il risparmio energetico dell’utente finale per il riscaldamento degli ambienti e per l’ acqua calda basandosi sulla contabilizzazione, così come sulla  misurazione intelligente, fino al 2030. L’assunto di base è stata una riduzione dei consumi al 5%. Allo stesso tempo, è stato preso in considerazione la penetrazione di mercato delle tecnologie rilevanti nel corso dei prossimi anni.

La contabilizzazione facilita l’immediato risparmio energetico, così come la tecnologia digitale necessaria attualmente è già installata nel 50% circa delle case multifamiliari in Germania. Il consumo di energia in Germania potrebbe abbassarsi di 20 PJ* entro il 2017. Inoltre, la tecnologia si sta affermando sempre di più sul mercato, pertanto i possibili i risparmi  conseguti dalla sola contabilizzazione aggiungono fino a 89 PJ* entro il 2020.

“Un aumento della trasparenza dei consumi permette agli inquilini di ridurre attivamente l’energia, e in tal modo contribuire al successo della svolta energetica, consentendo ai proprietari di migliorare l’attrattiva delle loro proprietà.”

Al contrario, la contabilizzazione intelligente non prenderà piede fino al 2020. L’informazione periodica sul consumo attraverso entrambe le vie può quindi essere attuata solo da tale data, che è la ragione per cui Ecofys ha definito i tempi per l’indagine fino al 2030. Nel 2030, sono previsti risparmi energetici di 3 PJ* per le abitazioni unifamiliari, ottenuti solo tramite misurazione intelligente. 12 PJ* sarebbero da aggiungere con riferimento alle case multifamiliari e ptrebbero essere raggiunti sia grazie alla contabilizzazione, che alla misurazione intelligente; la prima ha il più grande potenziale di risparmio: 19 PJ*. Un totale di 34 PJ* di energia finale verrebbe risparmiata entro il 2030 con questa misurae.

Il potenziale della trasparenza dei consumi

Un aumento nella trasparenza dei consumi permette agli inquilini di ridurre attivamente l’energia e quindi contribuire al successo della svolta energetica permettendo di migliorare l’attrattiva delle loro proprietà. Le frequenti informative sul consumo quasi sempre ripagano l’inquilino con piccoli risparmi del 5%. Inoltre, questo può essere implementato immediatamente nel quadro della contabilizzazione. Anche dopo l’introduzione dei contatori intelligenti nel 2020, il maggior risultato per il risparmio energetico arriverebbe da questa misura. La contabilizzazione può dare un contributo significativo grazie all’utilizzo del notevole potenziale realtivo alle informazioni frequenti, rapide e chiare.

Inoltre, altri studi, come il progetto pilota “Risparmiare denaro attraverso il riscaldamento intelligente”, che è attualmente in corso di attuazione da parte dell’Agenzia energetica tedesca, sottolineano il potenziale risparmio, di gran lunga maggiore, derivante dalle informazioni di consumo periodiche. Qui, i partecipanti informati sono riusciti a ridurre il loro consumo di calore circa del 9% in media. Pertanto, tali misure potrebbero rivelarsi ancora più efficaci nella pratica.

*3.6 Petajoule are equivalent to 1,000,000 MWh



immagini: ista, grasundsterne