calendar 03.02. 2016

Una piccola spinta, un maggiore effetto

La dott.ssa Alexandra Hildebrandt, blogger e scrittrice per l'Huffington Post, noto notiziario e piattaforma online, discute l'efficienza energetica e la volontà di agire in modo sostenibile.

La transizione energetica è uno dei più grandi e più impegnativi progetti di infrastrutture dalla prima rivoluzione industriale. Oltre al passaggio a energie rinnovabili, l’efficienza energetica di ciascun individuo gioca un ruolo particolarmente importante per il successo della transizione energetica. L’unico problema è che risparmiare energia è spesso più difficile di quanto si pensi. Dopo tutto, nella vita quotidiana si hanno altre cose per la testa che tenere costantemente d’occhio le proprie abitudini di consumo.

a03_journalistenreihe_trenner_01

Tuttavia a volte è sufficiente solo una piccolo “spinta” per indirizzare una decisione nella giusta direzione. Questa strategia è chiamata “nudging” ed è destinata a produrre cambiamenti di comportamento senza che sia necessario esercitare alcuna pressione. E’ diventato noto dal libro omonimo, “Nudge” (2008), dell’economista Richard Thaler, dell’Università di Chicago, e dell’avvocato di Harvard, Cass Sunstein. Il libro esamina come si può aiutare le persone ad agire a proprio vantaggio e, allo stesso tempo, a vantaggio della società e dell’ambiente. Infatti, come gli studi dimostrano, al contrario di precedenti pareri scientifici, la gente sicuramente non agisce razionalmente; prende costantemente decisioni irrazionali.

I temi di sostenibilità necessitano in molti casi di lavoro di traduzione e “spinte” per venderli in quanto vi è spesso una mancanza di emotività. Soprattutto l’industria della pubblicità, che ama usare buone storie per influenzare il comportamento di acquisto dei potenziali clienti, mira ad influenzare dolcemente la mente delle persone. Tuttavia, avete bisogno di due cose per raggiungere le persone in modo credibile: “spinte” e argomenti convincenti sul perché un determinato comportamento è corretto e desiderabile.

A volte solo un piccola “spinta” è sufficiente per indirizzare una decisione nella giusta direzione.

Un esempio di questo è il catalogo memolife (per clienti privati) della società eco di vendita per corrispondenza, memo AG, che non solo contiene i prodotti che contribuiscono al consumo responsabile, ma anche consigli pratici per uno stile di vita sostenibile. Questi includono informazioni su come evitare lo spreco di cibo, sul corretto riciclaggio, consigli sullo shopping e la cucina, la salute e il benessere, eco-viaggi, argomenti lifestyle e outdoor – ma soprattutto sul risparmio energetico. Sul retro del catalogo, l’azienda presenta i più importanti segnali ed etichette ambientali, che sono un aiuto importante perchè i consumatori riconoscano i buoni prodotti sostenibili.

a03_journalistenreihe_trenner_01

Le tecnologie tuttavia possono anche avere un effetto altrettanto positivo. A questo punto, la contabilizzazione è davvero un buon esempio: la trasparenza del consumo di calore rappresenta una spinta, come è stato dimostrato, per aiutare i consumatori ad ottimizzare il comportamento di consumo di energia e, di conseguenza, ridurre i costi e le emissioni di CO2. Dopo tutto, le persone che sanno quanta energia consumano, sono più responsabili. Come gli studi dimostrano, piccoli cambiamenti nel comportamento di consumo già hanno un effetto importante. Alla fine, una piccola spinta è sempre associata a tre messaggi: che non vi è alcuna necessità di agitare un dito per cambiare le cose, che ciò che è fattibile è sempre davanti a noi e che possiamo progredire solo a piccoli passi sulla via di una maggiore sostenibilità ed efficienza energetica.



Picture credits: grasundsterne, thinkstockphotos