calendar 26.09. 2016

Tra contabilizzatori di calore e tegami

Nella vita privata adora cucinare con la sua famiglia e gli amici; nella vita professionale per lui è importante lavorare insieme in modo collegiale e cooperativo. Christoph Lüthe, Chief Sales Officer (CSO) in ista Germania dal novembre 2015, è un giocatore di squadra. INSIDEista ha avuto il permesso di accompagnarlo a fare la spesa al mercato settimanale nel quartiere Rüttenscheid di Essen, parlando con lui della famiglia e del lavoro.

Siamo fortunati, il tempo è fantastico e il mercato affollato. La folla non preoccupa Christoph Lüthe: gli piace la gente e cerca il contatto con gli altri. In negozio parla con il fruttivendolo, assaggia i prodotti dal venditore del formaggio e filosofeggia in merito al potere curativo del miele con l’uomo che lo vende. Il contatto stretto con le persone è molto importante per Lüthe non solo nella sua vita privata, ma anche nel suo lavoro di Chief Sales Officer di ista Germania. Quando gli è stato chiesto cosa, secondo lui, rende ista speciale, ha subito risposto: la gente.

„Stare seduto dietro una scrivania non fa per me. Mi piace uscire e avere un contatto diretto con la gente, clienti, colleghi o dipendenti“

Per Christoph Lüthe la cooperazione è tutto

“Quando sono arrivato in ista, ogni singolo collega e dipendente mi ha dato una calda accoglienza e si è imosrtato diposnibile con me”, dice Christoph Lüthe che, nella divisione vendite, è responsabile per i dipendenti di Germania, Austria, Svizzera e Lussemburgo.  Oltre alle vendite classiche e alle vendite interne, marketing, business performance management, gestione dei processi e di CRM sono parte integrante de suo incarico. Egli ammette: “naturalmente è difficile conoscere tutti i dipendenti personalmente.  Lavoriamo con 77 filiali in tutta la Germania e il personale commerciale è sparso in tutto il Paese, ma faccio del mio meglio, viaggiando molto e cercando di far loro visita il più spesso possibile.”

c06_luethe_bildcollage
Christoph Lüthe ama cucinare per la famiglia e gli amici e compra gli ingredienti freschi al mercato settimanale di Rüttenscheid. Anche qui cerca il contatto con altre persone: ama chiacchierare con i commercianti del mercato.

Contatto diretto con i clienti

Christoph Lüthe è in ista dal novembre 2015 – con la sua esperienza maturata in Unitymedia e Motorola, è diventato esperto di vendite e spesso si unisce per le visite ai clienti sebbene nel ruolo di CSO. E’ contento di questo: “Stare seduto dietro una scrivania non fa per me. Mi piace uscire e stare a contatto diretto con la gente, che siano clienti, colleghi o dipendenti.”

„Dobbiamo adattare i prodotti specificamente ai vari target, dobbiamo porci in modo diverso per i piccoli clienti e i privati e per i nostri clienti chiave.“

Questo è l’unico modo per adempiere al compito che è essenziale per una divisione commerciale strutturata e sostenibile: riconoscere le tendenze attuali e incentrare il business su di esse. “Vorrei imperniare l’azienda ancora di più sul cliente: i nostri prodotti e servizi devono essere adattati esattamente alle esigenze dei clienti,” spiega Lüthe mentre afferra un cestino di fragole. “La cosa importante è distinguere tra i diversi segmenti di clientela: dobbiamo adattare i prodotti specificamente ai vari target, dobbiamo porci in modo diverso per i piccoli clienti e i privati e per i nostri clienti chiave”.

Come, Christoph Lüthe, concilia lavoro e famiglia?

“Non vivo dove lavoro. Durante la settimana sono ad Essen per due o tre giorni, gli altri giorni viaggio spesso tra le diverse filiali, vado dai clienti o partecipo agli eventi e poi trascorro i fine settimana con la mia famiglia a Wiesbaden. A volte è stressante, ma non in questo modo posso utilizzare una sera o l’altra, durante la settimana, per lo sport. Dopo la cucina, lo sport è la mia seconda grande passione.”  In qualità di corridore entusiasta, Lüthe ha già fatto 5 volte la maratona completa di 42.195 km. Ammette: “quei tempi sono ormai passati”  e racconta, non senza un certo orgoglio, di aver attraversato le Alpi sulla sua mountain bike più volte con gli amici. Qualsiasi sport basta che sia estremo? “Quelle esperienze erano sempre al limite,” ammette Lüthe, prendendo un pezzo di formaggio, poi paga e prosegue.

“Ma ora sono un po’ più tranquillo. Adesso non farei una maratona, e preferisco andare in mountain-bike con mio figlio. Dopo tutto il fine settimana è generalmente per la famiglia; la sua casa è spesso piena di parenti, amici e conoscenti. “Mi piace moltissimo quando ci troviamo tutti a cucinare, mangiare e ridere insieme, non c’è niente di meglio di questo “. Ammette di non essere il miglior cuoco, ma di essere creativo: ha sempre in mente qualcosa di originale. La cucina gourmet è una cosa, ma Lüthe pensa ancora che un buon vecchio barbecue renda più piacevole lo stare insieme.

Picture credit: ista, Mike Henning