Una vita al servizio della fatturazione dei costi

30.05.2017

Quando partono le prime battute di un ritmo caraibico, nessuno può più fermare Dries van der Meer. Indipendentemente dal fatto che si tratti di salsa, samba o merengue, le musiche e le danze della musica latino-americana sono piene di energia e vitalità - proprio come l'olandese, nato a Schiedam.

Grazie ai molti viaggi ai Caraibi, soprattutto sull’isola di Curaçao, Dries van der Meer ha avuto modo di conoscere il paese e la gente e si è lasciato contagiare dalla loro energia. Van der Meer ama l’isola caraibica, che in aggiunta appartiene al Regno dei Paesi Bassi, per la sua cultura, il modo di vivere e la sua ottima cucina.

Si tratta di una mix di nuova ispirazione e di stabilità che caratterizza van der Meer. Con grande energia e passione, il 64enne lavora in ista da 45 anni ed è quindi il nostro dipendente con maggiore anzianità. Essere diventato team leader a 32 anni, ha favorito il suo atteggiamento positivo e ottimista nelle sue giornate di lavoro. Il simpatico olandese dice di se stesso: “Sono affidabile, mentalmente aperto e onesto. L’unica cosa che a volte infastidisce le persone è che spesso penso così in fretta che spesso gli altri hanno difficoltà a seguirmi.” ride.

Dal lavapiatti alla fatturazione dei costi del riscaldamento

Van der Meer ha ricordi ben chiari del suo primo giorno in ista – allora ancora Technische Handelsmaatschappij Warmtemeter BV: “Era il 1° aprile 1972 e non avevo nessuna esperienza a parte un lavoro durante le vacanze come lavapiatti,” dice, guardando indietro con gli occhi lucidi.

“Era il 1° aprile 1972 e non avevo nessuna esperienza a parte un lavoro durante le vacanze come lavapiatti”.

L’apprendistato nel servizio clienti era quindi una sfida benvenuta per un 18enne appena arrivato. I suoi compiti quotidiani in ista erano la preparazione delle bollette per il riscaldamento e il calcolo dei consumi di acqua calda. Quando il calcolo dei costi del riscaldamento venne automatizzato, van der Meer è stato nominato vice direttore di squadra del gruppo di produzione 4 – accanto al fratello Jan, nominato responsabile della squadra.

collage images_dries van der meer

Successo nella carriera e nella vita privata

Dopo alcuni anni a capo del centro di fatturazione, ha avviato la fusione dei dipartimenti Operations and Billing, dirigendo il nuovo dipartimento e, dopo una riorganizzazione di successo, ha nuovamente assunto la posizione di leader del team prima di entrare, nel 2014, nel dipartimento Billing & Services.

“Sono molto legato ad ista, devo tanto all’azienda, non solo a livello professionale” spiega Dries van der Meer e cominciano a brillargli gli occhi.

Non solo suo fratello lavora in ista, ha incontrato anche la moglie in azienda. Nel 1991 le ha chiesto di sposarlo quando lei lavoravain un altro gruppo di produzione e oggi sono genitori orgogliosi di una figlia di 22 anni.


dries van der meer_Sidebar

Dries van der Meer
45 anni di esperienza nella fatturazione dei costi del riscaldamento, una carriera nel servizio di ista e un forte attaccamento all’azienda. Dopo un apprendistato nel servizio al cliente e la sua prima posizione di supervisore, Dries van der Meer ha assunto la responsabilità del centro di fatturazione e ha riorganizzato i reparti Operations and Billing.


Il 2017 è un anno molto speciale per van der Meer per diversi motivi: “in agosto festeggeremo Il nostro 25° anniversario di matrimonio e nostra figlia finirà gli studi”, spiega con orgoglio. “E poi naturalmente c’è il mio speciale anniversario di servizio che abbiamo celebrato proprio poche settimane fa”.

“Sono molto legato ad ista, devo tanto all’azienda, non solo a livello professionale”

Un vero motivo per festeggiare

Oggi van der Meer guarda indietro ai suoi 45 anni di successo in ista, anni in cui non solo ha raggiunto alcune tappe, ma ha anche sperimentato la vera solidarietà tra colleghi e dipendenti. Quindi non c’è da meravigliarsi che i suoi colleghi abbiano preso il “grande anniversario” come l’occasione per rivedere vecchie foto, richiamare aneddoti e organizzare una grande festa per lui. Come al solito, è molto sereno pensando al tempo rimanente in ista: “sarò in ista ancora fino alla fine del 2019 e, anche dopo tanti anni, non vedo l’ora di affrontare le sfide future”.

Mi annoierò in pensione? Il divertente Van der Meer non si preoccupa per nulla: “ista è parte della mia vita, ma ho piani anche per dopo. Sono stato spesso a Curaçao, sto sognando di mostrare a mia moglie e mia figlia l’isola e presentare loro i miei amici”.